Giorgio Fossa "la scelta migliore per prepararsi a ripartire

AMBIENTE, DA FONDIMPRESA FINANZIAMENTI PER LA FORMAZIONE. FOSSA: E’ INTERESSE DI TUTTI

LAVORARE PER PRESERVARE L’AMBIENTE

La formazione continua si concentra sulle materie ambientali. Fondimpresa pubblica l’Avviso 5/2009, per

finanziare con 2 milioni di euro piani formativi specifici, che consentano ad imprese e lavoratori di acquisire

competenze, apprendere comportamenti, fare aggiornamento ed evoluzione di processo, con attenzione

particolare a risparmio e ottimizzazione delle risorse energetiche.

Oggetto della formazione potranno essere: gestione e certificazione ambientale di sistema e di prodotto,

bilanci ambientali e miglioramento delle prestazioni ambientali, aspetti tecnici e normativi della gestione

ambientale e del rapporto tra aziende, territorio, produttori e consumatori, con particolare riferimento alla

gestione dei rifiuti e delle sostanze chimiche, alle emissioni, alle tecnologie in materia di energie rinnovabili.

Ogni piano formativo potrà essere aziendale o interaziendale e dovrà avere un valore compreso tra un

minimo di 50.000 e un massimo di 200.000 euro. Le relative domande di finanziamento dovranno essere

presentate entro il 1° marzo 2010. Tutte le informazioni sul sito

www.fondimpresa.it

Un'attenzione diffusa da parte delle imprese alle questioni ambientali e l'acquisizione di comportamenti e

atteggiamenti consapevoli ispirati al risparmio energetico o al corretto smaltimento dei rifiuti costituiscono

oggi uno snodo importante in termini di cultura ambientale e di azione concreta. Soprattutto in vista degli

impegni che molti grandi paesi industriali, Italia inclusa, stanno assumendo in materia di riduzione di

emissioni e dispersioni, può divenire un fattore strategico di vantaggio competitivo.

Rivolta a tutte le aziende, l’iniziativa di Fondimpresa, il Fondo interprofessionale per la formazione continua

di Confindustria Cgil Cisl e Uil, risponde ad un interesse crescente e ad una necessità di innovazione e di

modernizzazione, oltre ad offrire la possibilità alle imprese di ottimizzare i costi energetici e implementare il

proprio know how, e ai lavoratori di ampliare il proprio patrimonio di competenze, qualificandone anche il

profilo.

“Sono opportunità da non perdere – sottolinea Giorgio Fossa, presidente di Fondimpresa – perché

consentono alle imprese di posizionarsi per tempo su un terreno che nei prossimi anni sarà strategico.

Anche in questo caso la capacità di sfruttare una chance di sviluppo e di uscire dalla crisi è fortemente

legata alla formazione. Preparare i lavoratori su questi temi vuol dire sostenere l'azienda su una necessità

concreta e attualissima, ma anche dare la possibilità di un lavoro qualificato e richiesto dal mercato. Ci

sono, inoltre, scadenze comunitarie importanti, come quella che obbliga l’Italia a elevare di nove punti la

riduzione di consumi energetici entro il 2016. E ci sono obiettivi di interesse comune: abbattere del 20% i

consumi energetici entro il 2020, come prevede ancora l’Unione europea, consentirà un risparmio di 100

miliardi di euro. Sono questi i motivi che ci hanno spinto a proporre questa iniziativa di formazione così

mirata. Si tratta di un passo ma contiamo che ne potranno seguire numerosi altri”.

comunicato stampa del 22 dicembre 2009

Ufficio stampa

Daniela De Sanctis

 
Comments